Torneo di Alka

Momento della lettura: 6 - 11 minuti
Torneo di Alka Branko Čović

Per secoli Sinj e stata la perla di cui ogni governo si voleva ornare, pietra di confine tra la costa e il continente, circondata dai monti, bagnata dal Cetina e dai suoi affluenti.
Scossa dai terremoti, distrutta e bruciata dai conquistatori che imponevano la loro lingua straniera, religione e costumi, la citta di Sinj e sorta ancora piu potente, sfidando il destino. In onore della sua patrona, La Madonna di Sinj che secondo la tradizione caccio i Turchi nel 1715 come un eterno voto di lealta e rispetto, gli abitanti  di Sinj stabiliscono il torneo cavalleresco di Alka che si tiene ogni anno la prima Domenica di agosto per far rivivere la gloriosa vittoria. Il nome Alka (tur./arabo halqa: anello, cerchio) deriva dai dettagli della staffa da sella del cavallo sequestrato da un pascia turco Čelić. Nel corteo di cavalieri - gli alkari, infatti, due scudieri portano per le redini un cavallo che simboleggia quello sequestrato, Edek.

L'alka e un anello a due cerchi concentrici di ferro collegati l'uno con l'altro con tre  bracci che dividono i cerchi in tre parti uguali. Il cerchio piu piccolo, quello centrale, vale tre punti, il campo superiore ne vale due e i due campi inferiori uno. Nel pieno galoppo l'alkar colpisce l'Alka con una lancia di legno con punta di ferro. Diventa il vincitore di Alka chi in tre gare ottiene il maggior numero di punti. Se piu alkar hanno lo stesso numero di punti devono gareggiare tra di loro. Il torneo di Alka dura tre giorni. Inizia il Venerdi con Bara, prosegue il Sabato con Čoja e si conclude la Domenica con Alka.

In testa al corteo solenne di Alka c'e harambaša e gli scudieri selezionati, seguiti dalla fanteria armata di mazze ferrate,dallo scudiere con lo scudo ed Edek con le sue guide. Gli alkari, che cavalcano in doppia fila, sono preceduti dal portabandiera (che porta la bandiera della Societa cavalleresca di Alka, una in cui e raffigurata la figura della Madonna di Sinj e il tricolore croato) con tenenti, e il Duca, il comandante del corteo, con il suo aiutante. Nella parte posteriore del corteo c'e alajčauš (comandante degli alkari). Il corteo di Alka puo contare almeno 11, al massimo 15, ed eccezionalmente  17  alkari lancieri. Harambaša (il comandante degli scudieri) e gli scudieri degli alkari vanno a piedi, armati di fucili antichi turchi nella cintura chiamata  "nido del serpente" e vestiti di antichi costumi da festa della Regione del Cetina. Gli alkari indossano l'originale uniforme dei difensori di Sinj del '700 e i loro cavalli sono riccamente decorati.

Sono armati di una lancia e una spada sul fianco sinistro. Un Alkar deve nascere a Sinj, avere occhi di falco e mano destra forte, e, soprattutto, deve essere un uomo onesto e d'onore. L’Alka nasce in un momento in cui in Europa ci sono molti giochi simili ma l’Alka, sulla scia del suo trecentesimo anniversario, e sotto la protezione dell'UNESCO come Patrimonio Immateriale dell'Umanita. Per gli abitanti della Regione del Cetina, l'Alka simboleggia la lotta per la liberta e per la pace, la fede e la speranza. Unisce il passato e il futuro per celebrare l'onore, l'onesta ed il coraggio dei nostri antenati.


Alka - curiosita'

Gli Alkari che hanno vinto con tre colpi u sridu

  • 1866. – Petar Vuletić
  • 1887. – Nikola Cerinić
  • 1898. – Nikola Cerinić
  • 1899. – Nikola Cerinić
  • 1901. – Josip Ćatipović Ivanov
  • 1906. – Stipe Milun
  • 1931. – Stjepo Tripalo
  • 1948. – Dušan Romac
  • 1960. – Ante Milun Ivanov
  • 1963. – Dušan Jerkan
  • 2006. – Ante Poljak
  • 2009. – Ante Zorica

Gli Alkari con maggior numero di vittorie

Il cavaliere con maggior numero di vittorie nella storia di Alka e Nikola Cerinić che ha vinto ben 12 volte, ed ha partecipato al torneo di Alka dal 1867 al 1899. Nikola Jelinčić – Bećo nel periodo dal 1914 al 1930 ha vinto 8 volte. Cinque vittorie hanno Jozo Boko nel periodo dal 1961 al 1975, Janko Kelava nel periodo dal 1961 al 1975, e Anđelko Vučković – Ako dal 1974 al 1996.

I vincitori con piu e con meno punti

Nikola Jelinčić – Bećo nel 1932 vince l'Alka solo dopo la quinta sfida, raccogliendo un totale di 16 punti. Il vincitore con minor numero di punti di tutti i tempi e alkar Dušan Dinarina che nel 1979 vince l'Alka con soli 5 punti.

Alkari con piu presenze al torneo

Il cavaliere che ha partecipato al maggior numero di tornei dell'Alka e Ante Grabovac Ivanov. Nel periodo dal 1873 al 1926 ha partecipato a 45 Alka vincendone 4. Da ricordare per il numero record di presenze anche Stipe Milun e Nikola Jelinčić che hanno partecipato 43 volte.

I cavalieri viventi che hanno portato piu volte sulla lancia lo stendardo vittorioso dell'Alka sono:

  • Ognjen Preost, 5 volte (1992., 1995., 1997., 1998., 1999.)
  • Stipe Breko, 4 volte (1977., 1980., 1982., 1988.)
  • Joško Marić, 3 volte (1978., 1990., 2000.)

Alka e la Repubblica di Venezia

La vittoria e l'eroismo del popolo di Sinj, nella battaglia contro gli Ottomani nel 1715, era talmente noto che il potere supremo della Repubblica di Venezia, nella Sala del Doge, commissiono un dipinto rappresentante la battaglia di Sinj.

Alka i Bajamonti

L'importante storico Julije Bajamonti (1744 – 1800) e l'autore del piu antico testo scritto riguardo l’Alka di Sinj.

Alka stupisce l'imperatore

Nel 1818 l’imperatore d'Austria Francesco I, accompagnato dalla moglie, l'imperatrice Carolina, venne a Sinj . In onore dell’ imperatrice fu organizzata un’edizione straordinaria del torneo dell’Alka. Lo spettacolo piacque molto all’imperatore che stabili che da quel momento in poi il vincitore debba sarebbe stato ricompensato con 200 corone del tesoro imperiale. La storia ricorda che Francesco I regalo al vincitore di quel torneo un anello prezioso, e alla Societa Cavalleresca di Sinj, una bandiera imperiale.

Alka – Federico Augusto– Danica Ilirska

Nel 1838 l’Alka si e svolta in onore della visita del re sassone. L’accompagnatore del sovrano Johann Sartory scrisse nel suo diario che il re era rimasto stupito dall’amore del popolo di Sinj verso questo torneo e dalla ricchezza del suo contenuto. Nello stesso anno, il grande scrittore croato, nonché futuro governatore plebeo, Ivan Mazuranic traduce le scritture di Sartory. Il testo tradotto e stato pubblicato nelle pagine della prima rivista letteraria croata, Danica Ilirska.

Alka e Francesco Giuseppe

Nell 1908 gli Alkari e i loro scudieri sono ospiti dell’imperatore Francesco Giuseppe I, a Vienna, in occasione della celebrazioni del sessantesimo anniversario del suo governo. Francesco Giuseppe I, suo padre, ha partecipato all’edizione straordinaria dell’Alka a Sinj svolta in suo onore. Nel 1842 venne a Sinj anche il padre di Francesco Giuseppe I, l'arciduca Francesco Carlo, e anche per lui si svolse un torneo straordinario.

Alka e Dinko Simunović

Nel 1908 lo scrittore croato Dinko Šimunović pubblica una novella d’amore Alkar, la piu autentica e la piu famosa opera letteratura su Sinj. Alkar di Šimunović e stato tradotto in molte lingue del mondo, anche in cinese. E’ stato pubblicato nel 1936 a Shanghai dall’importante casa editrice Shangiru.

Alka e Stjepan Radić

Nel 1928 i festeggiamenti dell’Alka sono stati rinviati a causa del tragico assassinio dei leader del popolo croato Stjepan Radić. Invece di gareggiare, gli Alkari andarono a Zagabria per partecipare al funerale di Radić.

Alka e televisione

Nel 1965 il torneo di Alka viene trasmesso dalla televisione per la prima volta. Il primo commentatore televisivo della trasmissione era li leggendario e inimitabile giornalista sportivo Mladen Delić di Sinj.

Alka e guerra di patria

Nel 1991 gli Alkari ed i loro scudieri costituivano l’unica truppa storica croata a partecipare al corteo cerimoniale della Guardia Nazionale a Zagabria (28 maggio). Questo giorno e oggi celebrato come la data di nascita della dell'Esercito croato.

Alka e Oktoberfest

Nel 1996. gli Alkari hanno partecipato all'apertura del festival popolare piu famoso al mondo, l'Oktoberfest a Monaco di Baviera.

Alka e Chicago

Nel 2006, in occasione delle celebrazioni del 100 ° anniversario della Societa della Madonna Miracolosa di Sinj, che raccoglie i Croati a Chicago, gli Alkari e i loro scudieri hanno partecipato alla tradizionale processione solenne per le vie di Chicago portando un’immagine della sua patrona celeste, la Madonna di Sinj.

Altre curiosita

  • Il torneo nel corso della sua lunga storia si e tenuto in presenza dei re di quattro paesi differenti: Austria (Austria - Ungheria), Sassonia, Jugoslavia e Romania.
  • La banda di Sinj e diventata un elemento indispensabile e uno dei simboli delle celebrazioni dell’Alka. La banda di ottoni di Sinj ha suonato per la prima volta durante l'Alka nel 1863.
  • Nel 1901 il famoso hajduk (membro del gruppo storico di fuorileggi) Andrijica Šimić fu l'ospite speciale all'Alka di Sinj
  • Il cavaliere con maggior numero di vittorie nella storia dell’Alka e Nikola Cerinić che ha vinto ben 12 volte, nato nell’isola di Brac. Anche se l'antico statuto dell’Alka prevede la partecipazione dei cavalieri nati nell'area di Sinj, Cerinić ha potuto gareggiare per motivi di domicilio, per il fatto che per 20 aveva vissuto ininterrottamente a Sinj.
  • Gia nel 1931 il torneo dell’Alka di Sinj venne ripreso dalle videocamere della famosa societa americana Fox per trasmetterlo nei suoi cinegiornali.
  • Nel 1936 dovevano venire a vedere l'Alka il re inglese Edoardo VIII e la sua amata Wallis Simpson, a quel tempo in crociera lungo la costa dalmata. Il popolo di Sinj abbelli la citta con molta cura, costruendo persino una loggia speciale apposta per il re e la sua compagna sulla pista dell’Alka, mentre a Sinj accorrevano numerosi giornalisti internazionali e fotografi che seguivano la coppia piu famosa di allora. Tuttavia, all'ultimo momento la visita non avvenne.
  • Nel 1965, Oskar Danon, direttore d'orchestra di fama mondiale, in occasione del 250° anniversario di Alka di Sinj, ha composto l’opera lirica Alkar.
  • La nostra citta eroica di Vukovar, simbolo della difesa croata, e l'unica citta della nostra nazione con ha una strada che porta il nome dell’Alka di Sinj.
  • Nel 1996 gli Alkari ed i loro scudieri hanno accolto il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton a Pleso, l’aeroporto di Zagabria. In quell'occasione, il presidente croato d’allora Franjo Tudjman, ha regalato al presidente degli Stati Uniti una kubura (pistola antica di Alka).
  • Nel 2010 l'Alka e stata messa sulla Lista rappresentativa UNESCO del patrimonio immateriale dell'umanita.

Alkari di Sinj

Mortai ruggiscono, bandiere sventolano al vento,
Il giorno eroico di Sinj si avvicina,
La Madonna di Sinj, Regina di tutti,
Protegge la nostra fede nel sogno antico

...

Musica: Nikica Kalogjera Testo: Drago Britvić

Alka come testimone vivente di una storia unica

Una volta all'anno, il primo fine settimana di agosto, sulle vie di Sinj si rivive la storia di questa piccola città e della sua regione. Ma tra tutte le ricchezze della regione di Sinj, la più grande è la sua storia, qui la storia richiamata in vita non è una semplice imitazione dei tempi passati. La storia qui è unica e originale, è la sua rinascita. La storia qui è l’Alka.

Alka è un fenomeno creato e lasciatoci in eredità dalla storia turbolente della Regione di Sinj. E’ un "documento" del passato di un angolo di terra croata dove si sono incontrati e dove hanno condiviso il bene e il male l’Impero Ottomano e la Repubblica di Venezia, l'Islam e il Cattolicesimo, l'Oriente e l'Occidente. Le guerre, le battaglie, martiri e tutto il male che queste due civiltà hanno lasciato lo conosciamo bene, ma sul come quelle due culture si sono arricchite, creando una evento storico-culturale unico al mondo, non si sa molto. A testimoniare su questo in prima persona, c'è l’Alka.

L'Alka è la prova vincente che la collisione delle civiltà diverse non lascia dietro soltanto le macerie. E' un torneo unico proprio per la sua ricchezza sostanziale, il risultato della versatilità e la compatibilità reciproca di culture diverse. Tutto ciò che la rende unica e affascinante da secoli - la natura del torneo antico, decorazioni, uniformi, armi – è un riflesso del armonioso intreccio di diverse influenze culturali.

L'Alka di Sinj non celebra la superiorità di una cultura su un'altra. E 'stata fondata come ringraziamento alla Vergine Maria per il suo aiuto nella difesa di Sinj, non come un atto di vena trionfalistica. Non è culturalmente esclusiva, senza la sue componente orientale non sarebbe un valido "documento" storico.

Anche se segnata da guerre ed eroi, la storia della Regione di Sinj non è solo una storia di divisione tra civiltà. Si tratta di un punto di incontro di culture e della storia, e della loro compresenza e ricchezza. L’Alka di Sinj è un monumento, ultimo testimone vivente di questa storia unica. Pertanto, il rivivere la storia a Sinj ha qualcosa di diverso e speciale – qui la storia è l’Alka.

Jakov Žižić

COVID19 Info

Partners

Dove stare?
Hotel? Villa? Camera?

Ente per il turismo di Sinj

Put Petrovca 12
21230 Sinj

+385 21 826 352

visitsinj.hr

Lunedì-Venerdì:: 8-16 h